Posts Tagged 'The undergrounder'

The Undergrounder – Un casual game sviluppato “sotto” le falde del Vesuvio

Poche settimane fa sono venuto a conoscenza della nascita di un casual game innovativo ed originale come pochi, intitolato The Undergrounder. Sin dal primo istante mi ha colpito quella sua atipica grafica, simile ad un quadro sinottico raffigurante la mappa di una metropolitana, però ricca di effetti animati. Quello stile grafico, tra l’altro, mi ha fatto balzare indietro di parecchi anni, quando nelle sale giochi degli anni ’80 impazzava un titolo di nome Amidar, che all’epoca era fra i più gettonati! Ben inteso che con quest’ultimo non esiste alcuna attinenza di gameplay, quanto quella vaga somiglianza visiva dei “percorsi” utilizzati da player ed avversari. Per mia fortuna c’è stata la recente possibilità di chiedere di entrare a far parte dei beta-tester ed ovviamente non mi sono fatto sfuggire l’occasione, iscrivendomi quasi subito dopo la pubblicazione della notizia! 🙂

The Undergrounder è una sorta di puzzle arcade ideato magistralmente da un… italiano! Ebbene si! 🙂 Finalmente uno sviluppatore italiano di videogames, tra l’altro partenopeo come me, balza di diritto nelle hit parade dei casual games più interessanti di questo periodo! Pensate che all’inizio non credevo fosse opera dell’ingegno nostrano, anche perché questo settore in Italia viene – ingiustamente – relegato ad una cultura “estranea” al mondo lavorativo “nella norma”. Provate a chiedere ad un italiano che tipo di lavoro svolge nella vita… se vi risponde <<sviluppo videogames!>> la reazione ipotetica di 3/4 degli astanti è di sorpresa e sbigottimento, seguita da un’alzata di sopracciglio e da un’espressione in viso mezza interrogativa e mezza perplessa, quasi che di fronte ci fosse un marziano da compatire invece di una persona normalissima! Per il quarto rimanente, invece, sviluppare videogames è il sogno di una vita che si realizza! 🙂 … La generazione dei miei genitori la penserebbe in maniera del tutto diversa, ovviamente, tipo <<una vita sprecata, passata inutilmente a giocare, senza fare nulla di concreto per tutto il giorno!>>, con l’immancabile addenda: <<Trovati un mestiere serio e fatti una famiglia!!!!>>. Ma i tempi cambiano e con essi mutano soprattutto i mestieri, anche se fare il medico e/o l’avvocato rimane il lavoro ambito dai genitori per i propri figli, a prescindere dall’epoca di appartenenza.

Continua a leggere ‘The Undergrounder – Un casual game sviluppato “sotto” le falde del Vesuvio’


Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 421 follower

Zeirus’s Twitter Page

Top Clicks

  • Non parlo inglese

Categorie

Archivio