Archive for the 'netbook' Category

i-Buddie – netbook con sistema operativo Android

Si chiama i-Buddie ed è uno dei primi prototipi di netbook ad implementare l’Android come sistema operativo… 😉

ASUS Concept Notebook Design

Un concept design particolare quello idealizzato dall’Asus… un mix fra macbook air con schermo semi-trasparente, adatto ad essere appoggiato “spalla a spalla” con un’altro notebook, attivando un desktop multi-utenza, che in un certo senso mi ha fatto tornare in mente quel vecchio gioco della battaglia navale elettronico (chi se lo ricorda?), in voga nei primi anni ’80 (vedi foto in basso)…

Nuovo concept design…

battleship… ma in un certo senso “riciclato” dal mai dimenticato tavolo elettronico della Battaglia Navale in voga negli anni ’80

Quindi un notebook/netbook snellito, rimodernizzato e concettualmente avanzato… con una spruzzatina di interfaccia alla Minority Report… 😉

HiVision MiniNote – Un laptop cinese a 98$

Ok, prima di correre ai centri commerciali gridando al miracolo date un’occhiata alla video-recensione seguente, eseguita da TechVideoBlog

Il laptop/netbook in oggetto (Modello PWS700A), presentato in anteprima all’IFC 2008, verrà messo in vendita a partire da ottobre in tutto il mondo (per cui in Italia attendiamocelo in massa  per il periodo natalizio). Naturalmente i cinesi non si sono fatti perdere l’occasione di gareggiare come pretendenti al trono per il netbook più economico del pianeta e per certi versi, sulla carta, ci sono riusciti, uccidendo l’OLPC di Negroponte con un colpo secco dietro la nuca! Tra l’altro l’HiVision da un pugno allo stomaco anche all’Asus EeePC, considerato che verrà a costare solo 1/3 rispetto al netbook più famoso del mondo!

HiVision MiniNote annovera le seguenti caratteristiche:  CPU MIPS “Godson” a 400 MHz 32bit (con architettura Loongson, una new entry nel mercato delle CPU mobile, concorrente cinese di Intel, AMD e Via), 1GB Nand flash storage, 128 MB di RAM, display da 7″ con risoluzione 800×480 WVGA, sistema operativo WinCE oppure Linux (ovviamente), 3 porte USB, WiFi 802.11 b/g, una porta Ethernet 10/100M, un card reader SDHC, audio in-out, voice-chat (Skype), Mozilla Firefox per il browsing e Abiword per il word processing. Inotre i soliti aggiornamenti software e di sicurezza scaricati automaticamente online. Insomma è un mini-pc ideale per navigare e giochicchiare, senza il rischio di beccare virus grazie a Linux… tra l’altro è un discreto acquisto natalizio da fare in caso non si sappia cosa regalare (o regalarsi). Per quello che deve fare il netbook le caratteristiche sono sufficienti allo scopo… se si pretende di più meglio rivolgersi ad un altro prodotto più potente (e costoso). 

Ulteriori informazioni dell’HiVision MiniNote (ora che ci penso, pure il nome della contro-parte Dell hanno copiato! Hahahah… che furbacchioni!) verranno pubblicate qui, entro la fine di questo mese.

 

Guerra fra netbook… Dell Inspiron 910 (MiniNote) Vs Asus EeePC

Una premessa è d’obbligo: sono ormai parecchie settimane che non tratto più sul blog l’argomento Asus EeePC ed affini, semplicemente perché sono deluso dell’andamento “commerciale” svoltosi negli ultimi mesi. L’Asus ha fiutato l’affare riguardo ai netbook, così come le altre grandi aziende concorrenti, per cui c’è stato un livellamento generale (o vogliamo chiamarlo meschino “cartello sotto banco”?) con DECINE di cloni tutti dalle – quasi – medesime caratteristiche, con prezzi finanche alti e durata delle batterie sempre al di sotto delle 3/4 ore. Tra l’altro i nuovi processori Atom sono solo fumo negli occhi, considerato che anche un AMD 64 2000+ (con tecnologia di produzione risalente a ben CINQUE anni fa!!) consuma di meno e “calcola” parecchio di più… insomma non è proprio una situazione piacevole quella che si prospetta con questa base di partenza.

L’unica soluzione è quella di abbassare PESANTEMENTE i prezzi e renderli “affini” a quello che offre il prodotto, perché parliamoci chiaro, un netbook ad un’azienda produttrice viene a costare al massimo 50/60 dollari finito di tutto (materiale, costi di produziome, imballaggio, spedizione e finanche pausa caffè degli operai in officina!), per cui chi non è al corrente dei costi “reali” crede erroneamente che 400 euro (di base quattrocento euro, perché ora alcuni nuovi modelli possono costare anche il DOPPIO!) siano un buon prezzo per acquistare un “giocattolino” di siffatta dimensione… tra l’altro i costi al produttore di alcuni componenti si sono notevolmente abbassati (una CPU Atom all’ingrosso costa meno di un pacchetto di chewing gum) e non ci si spiega perché si ostinino a tenere i prezzi così alti… ah si… perché con un “utile” di questa grandezza le aziende produttrici si arrichiscono molto – troppo! – velocemente a scapito dei clienti poco accorti, che si ritrovano, se mi permettete il termine un po’ volgare, un mini-cesso di laptop dal costo di un portatile, che a livello di potenza gli è almeno TRENTA volte inferiore! C’è chi dice che la “miniaturizzazione” e la comodità ha un prezzo… ma se il costo di produzione è  basso ed il ricarico così alto vorrà anche dire che in mezzo c’è qualcosa che non quadra… chi ha pensato ad una fortissima speculazione ha centrato in pieno il bersaglio!

Dell Inspiron 910 - Se il prezzo rimane quello stabilito diventa il netbook più economico del mercato!

Dell Inspiron 910 - Se il prezzo rimane quello stabilito sarà il netbook più economico del mercato!

In questo marasma di cloni di EeePC se ne vede uno che ha, sulla carta, un costo più basso della concorrenza… il Mininote della Dell, conosciuto anche come Dell Inspiron 910, che dovrebbe costare (il condizionale è d’obbligo quando si parla di prezzi al pubblico dei netbook) 299 Dollari, finito di tutto (tasse, spese, ecc…) a partire dai primi di questo settembre. Ok, mi rendo conto personalmente che spesso queste aziende “promettono e non mantengono” ma la Dell ha un ottimo punto vendita in Italia e di solito non si discosta molto dalle press release che rilascia mesi prima dell’avvento sul mercato del prodotto.

… continua…

Decine di cloni dell’EeePC… ma senza il Tegra!

Al computex di Taipei iniziato ieri una manciata di produttori hardware ha presentato il suo clone EeePC da controbattere al conclamato strapotere dell’Asus, sinora inviolato. C’è quello della MSI, dell’Acer, della Via con l’OpenBook, ecc… insomma all’appello manca solo il Dash con la sua mitica calcolatrice clone EeePC ed abbiamo fatto l’en plein! Ma avete dato un’occhiata approfondita alle features di questi netbook? In tutti il comparto video, soprattutto in ambito di calcolo 3D, è azzoppato dalla misera potenza del chipset grafico intel, che ho imparato ad odiare perché rende assolutamente ingiocabili la stragrande maggioranza dei giochi di ultima generazione.

Riuscirà l’nVidia a stravolgere il settore mobile con il suo Tegra?

E’ obbligatorio un corposo preambolo: Continua a leggere ‘Decine di cloni dell’EeePC… ma senza il Tegra!’


Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 421 follower

Zeirus’s Twitter Page

Top Clicks

  • Non parlo inglese

Categorie

Archivio