Mac OS Leopard hackerato

Quelli della mela mozzicata non hanno ancora appoggiato sugli scaffali la scatola del Leopard, che già gli hackers ne hanno adattato il contenuto per installarlo con successo (ancora parziale) sui normali PC Intel.

MacOS Leopard. Gli hackers non perdono tempo…

Avevo già avuto esperienza in materia di MacOS hacked su PC normali, ma è stato solo per provare a fondo il sistema operativo di Cupertino, che ritengo molto solido e diretto in alcuni tipi di utilizzo, ma snervante in altri… se non fosse stato per l’hacking non avrei mai potuto saggiare in pieno il MacOS… per poi ritornare ad usare, un paio di settimane dopo, il mio fenomenale ed impareggiabile Ubuntu…😉

… adattando il nuovo sistema operativo della Apple per i PC Intel usuali…

Considerato l’andazzo ed il successo totale dell’hacking delle versioni precedenti mi domando perché la casa di Cupertino perda ancora tempo invece di adattare il suo sistema operativo ai normali PC assemblati ed ufficializzarne definitivamente il pieno funzionamento. Credo senza dubbio che nella scelta fra Vista e MacOS parecchi utenti non avrebbero dubbi su quale OS scegliere… a parte Linux, ovviamente…😉 …

 

Il Finder, vero punto debole del MacOS paragonato al’Explorer di Windows e al Konqueror di KDE/Linux

La Apple riscuoterebbe un successo strepitoso, presumo anche senza degni rivali sulla facilità e linearità d’utilizzo del Leopard, se si decidesse ad adattare “universalmente” il suo nuovo sistema operativo… ma l’altra faccia della medaglia mostrerebbe una diffusione “piratesca” del medesimo con un crollo di vendite repentino dell’hardware marchiato mela magnata… un dubbio amletico che si sarà posto parecchie volte anche lo stesso Steve Jobs, che propende sempre per la soluzione hardware DOC… ma sino a quando ciò sarà possibile?


Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 383 follower

Zeirus’s Twitter Page

Categorie

Archivio


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: