Automatismi (macro e script) per Ubuntu

E’ fuor di dubbio che gran parte delle operazioni che distinguono un “newbie” (profano o “niubbo”) da un “nerd” (assetato di tecnologia perennemente incollato al monitor) nel mondo dell’informatica è l’uso di “shortcuts” (scorciatoie) e macro (serie di comandi pre-memorizzati svolti in sequenza) che alleggeriscono e sovente rendono parzialmente “automatico” gran parte del lavoro quotidiano svolto sul PC.

Mi ha fatto notare un mio carissimo collega linuxiano, che di recente è passato da Fedora ad Ubuntu (ciao Krige), che esiste un programma chiamato AutoHotKey atto a svolgere queste funzioni in una soluzione unica. Ma… c’è un MA bello grande… è solo per Windows!!!😦

Sala Controllo
E. Fermi, precursore degli automatismi, nella sua sala di controllo
(con la foto di un personaggio misterioso affisso sulla parete)

 

Dove altri avrebbero gettato la spugna e sbattuto la testa al primo spigolo di muro incontrato nelle vicinanze, il sottoscritto invece ha dato totale libertà al suo istinto e fiuto da “segugio della rete”, interfacciandosi neuronicamente – anem’e’core – a Google e dando il via al “Searching” per una versione analoga all’ambiente Linux…😉 … da premettere che con Krige (Marco Lackovic) abbiamo stipulato una sorta di sdoppiamento di funzioni per Ubuntu (io “Search” e lui “Destroy”) che fa il verso alle nostre mega-partite svolte in connubio nei LAN-party proprio con quella modalità di gioco (ma quella è tutta un’altra storia), per cui dopo aver svolto la mega-ricerca con tanto di cernita, lui si occupa di esaminare il materiale “vivisezionandolo” e dando finanche un voto finale al tutto… a volte ci scambiamo i compiti (soprattutto quando si tratta di bug o “capricci” di Ubuntu, io mi occupo di trovare la soluzione adeguata) ma quello che conta è l’affinità dei ruoli svolti, che crea temporaneamente un collegamento filotico virtuale a distanza, svolto spesso in differita…😉

Per cui, dopo questa mega premessa intrisa di filo-tecnologia-virtuale, vi elenco le controparti di AutoHotKey presenti per Ubuntu (e Linux in generis, naturalmente)….😉

Android
(Tool Open Source per automatizzare le funzioni GUI dei programmi)
http://wiki.tcl.tk/_ref/1691

Expect
(Tool per automatizzare interattivamente alcune applicazioni come telnet, ftp,
passwd, fsck, rlogin, tip, etc)
http://expect.nist.gov/

TCL
(Uno dei più importanti Linux-GUI-Scripting-Tool):
http://www.tcl.tk/

Xmacro
(Linux-Macro-Tool per registrare e ripetere eventi della tastiera e del mouse in un X-server )
http://home.sch.bme.hu/~keresztg/xmacro/

DevilSpie
(altro tool per gestire in automatico le X-windows):
http://www.burtonini.com/blog/computers/devilspie

WMctrl
(altro tool per gestire in automatico le X-windows)
http://sweb.cz/tripie/utils/wmctrl/

KBD-Mangler
(tool che modifica il comportamento della tastiera a “basso livello” nel linux Kernel. Le modifiche sono trasparenti per l’intero sistema e lavorano in maniera del tutto naturale con qualsiasi console o applicazione X)
http://sourceforge.net/projects/kbd-mangler

JWModGen
(JW_Record_Playback è un package per registrare e ripetere le battiture della tastiera e i movimenti/click del mouse)
http://members.home.nl/wijnenjl/Record_Playback_Python_TclTk_INI_Wx_EN_01.html

FVWMScript
(GUI Scripting Tool relativo al Windows Manager FVWM)
http://www.fvwm.org/documentation/manpages/stable/FvwmScript.php

Regina-REXX
(Linguaggio di Scripting multi-piattaforma, nato su sistemi operativi Amiga):
http://regina-rexx.sourceforge.net/

XBindKeys
(un programma che permette di lanciare comandi shell con tastiera e mouse sotto X Windows)
http://hocwp.free.fr/xbindkeys/xbindkeys.html

(script eseguibili in una semplice finestra di terminale)
http://killerbob.ca/howto/inetkeys.html

Ora tocca a Krige reputare il migliore della lista. Vi faremo sapere quale sarà il vincitore (o i vincitori) dopo un esame assolutamente accurato, che richiederà comunque un pò di tempo per essere portato a termine…🙂

4 Responses to “Automatismi (macro e script) per Ubuntu”


  1. 2 krige 9 giugno 2007 alle 16:09

    Ciao Zeirus,

    grazie per la dedica e scusa per il ritardo con cui ti rispondo. Ed ecco a voi i vincitori:

    XBindKeys http://hocwp.free.fr/xbindkeys/xbindkeys.html
    Xmacro http://xmacro.sourceforge.net/

    I due programmi possono essere usati congiuntamente per ottenere funzionalità simili a quelle di Autohotkey. Il primo permette di lanciare comandi shell con la tastiera o col mouse, il secondo permette di registrare e ripetere eventi della tastiera e del mouse.

  2. 3 Battagliese Giuseppe 9 aprile 2012 alle 4:20

    Grazie a entrambi,peppino.

  3. 4 Battagliese Giuseppe 9 aprile 2012 alle 4:52

    Scusate,non sono molto pratico di ubunto,ma trovo esageratamente
    invasivo l’uso dei terminali,li sto usando,realmente molto potenti,la potenza voglio ricordare serve quando c’è necessità, in questi casi non ne vedo la necessità,insomma i terminali mi stanno diventando
    antipatici,vi assicuro che in linux ci sono cose e procedure che non
    capisco invece voglio ricordare tanto per fare un paragone in windows
    si sa sempre esattamente che si sta facendo.Fatemi capire se questi software sono immaturi ma i migliori,scusate ci ho ripensato,preferisco
    spendere il mio tempo a imparare a usare i sofware base di ubuntu.


Comments are currently closed.



Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 383 follower

Zeirus’s Twitter Page

Categorie

Archivio


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: