Entro cinque anni la prima macchina volante…

Stavolta non si tratta della solita news “campata in aria” (è proprio il caso di dire), ma di una notizia vera. Entro cinque anni dovrebbe uscire un prototipo della prima macchina volante, tanto che già questo autunno si potrà vedere la prima automobile “test” in volo, nelle zone del Texas.

Coppia di giovincelli con la foto del loro sogno nel cassetto

Come potete appurare il duo non sembra essere tanto propenso ad allungare i tempi di uscita (almeno quello a sinistra spera in cuor suo di far in fretta, a meno che non sia imparentato con Matusalemme).

Il veicolo userà un motore a 232 cavalli della Mazda con mezzo supporto della Volkswagen. Certo non aspettatevi la De Lorean di Marty McFly con iniezione e riciclaggio energetico a munnezza (magari), ma è almeno un inizio… speriamo solo che facciano il pieno prima di intraprendere viaggi oltre una certa distanza, soprattutto con i prezzi che continuano a salire, sin quasi a toccare le “stelle” (qui in Italia siamo già sopra la soglia della ionosfera)

Fate strada... ehm... Fate largo! Naaa... fate aria! Nemmeno...

Beh, se fanno un bel lavoro io non avrei problemi a parcheggiare il mezzo… abitando in mansarda avrei la macchina parcheggiata “sopra” casa e non sotto come i comuni condomini…😉

2 Responses to “Entro cinque anni la prima macchina volante…”


  1. 1 Solar Empire 20 maggio 2007 alle 15:24

    Salve a tutti,
    volevo presentarvi in poche righe,
    un gioco On-web molto curato e ben fatto !

    http://www.solarempire.it/

    “Solar Empire è un gioco strategico a turni, basato sul web, ambientato in una atmosfera da space-opera.
    Puoi consultare la guida del gioco per vedere di che si tratta.

    Solar Empire è un gioco strategico web-based di ambientazione fantascientifica, nel quale i giocatori sono capitani al comando di flotte di astronavi, commerciali e non, che lasciano la Terra per iniziare la colonizzazione di una galassia… con metodi non sempre pacifici.
    Rispetto alla versione originale angloamericana, il gioco ha subito con il tempo una notevole evoluzione sia grafica che di contenuti, peraltro ancora in corso, ampliando le possibili strategie di gioco e le opzioni offerte ai singoli giocatori.
    Ora è infatti possibile affrontare la galassia nei panni di un Commerciante, alla guida di una flotta di mercantili, di un Minatore che raccoglie dai sistemi stellari preziose materie prime, o di un Colonizzatore, produttore di cibo e principalmente orientato alla creazione di nuovi pianeti, di uno Scienziato sempre alla perenne ricerca della rara antimateria, di un Industriale impegnato nella fabbricazione di preziosi componenti elettronici.
    E chi ha un animo meno “tranquillo” ha la possibilità di optare per i Militari, mercenari armati fino ai denti o per i Pirati, fuorilegge e rapinatori per vocazione.
    Il gioco è sviluppato per avere un sistema di crescita graduale, cosicché le possibilità di un giocatore tendono ad aumentare nel corso di una partita, consentendogli di sviluppare strategie a lungo, medio e breve termine. Rende di più una carriera commerciale, con la capacità di accumulare denaro in tempi brevi, o una militare, che consente di diventare una potenza bellica nel lungo termine?
    È più remunerativo dedicarsi alla colonizzazione ed alla produzione sui propri pianeti, o aspettare che siano gli altri a crearne per poi impadronirsene?
    Ma in Solar Empire non c’è solo questo, bensì un insieme di diplomazia, alleanze, tattiche e tecniche. Clan rivali in lotta tra loro, sia essa un vero scontro armato o una semplice guerra commerciale, costretti talvolta a far fronte comune al profilarsi di una minaccia aliena, o della prossima esplosione di una SuperNova che mette a rischio le vite di miliardi di coloni. Intrighi e schermaglie politiche nel tentativo di riuscire ad entrare a far parte del Senato Galattico ed essere tra coloro che decidono quali saranno le leggi che regoleranno la vita nello spazio.
    Tutto questo e molto altro ancora costituisce il cuore di un gioco che appassiona decine di utenti fin dalla prima comparsa della sua versione italiana.”

  2. 2 shimi 20 ottobre 2009 alle 15:09

    questa automobile solleverà l’idea di pilotare le case


Comments are currently closed.



Enter your email address to follow this blog and receive notifications of new posts by email.

Segui assieme ad altri 383 follower

Zeirus’s Twitter Page

Categorie

Archivio


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: